SAN FELICE DEL BENACO

San Felice del Benaco è un soleggiato paese della Valtenesi, un promontorio morenico che si protende sul Lago di Garda, fra i golfi di Salò e Manerba. Il territorio comprende i tre piccoli centri di San Felice, Portese e Cisano insieme alla splendida Isola del Garda, appartenente alla famiglia Borghese Cavazza.

Studi approfonditi attestano che questi luoghi furono abitati durante l’epoca romana. Secondo la tradizione San Francesco d’Assisi vi fondò il primo dormitorio di frati romani. Dopo la distruzione dell’antico castello di Scovolo, accaduta quando i Bresciani privarono i Veronesi della Valtenesi, la popolazione migrò a Portese e a San Felice, dove eressero il Castello di San Felice.

Immerso nella natura, tra uliveti, vigne e campi, San Felice del Benaco è in grado coniugare una vacanza all’insegna del benessere, del relax, dell’esperienza di sapori e tradizioni locali con le esigenze di chi vuole vivere un soggiorno più attivo e dinamico. Stupende passeggiate nel verde delle colline da cui si aprono ampi panorami sul Lago di Garda, antichi borghi medievali e tanti edifici storici dalle mirabili architetture, pulite spiagge di ciottoli intervallate da porticcioli, sono solo alcune delle bellezze che San Felice è in grado di offrire.

I tanti servizi, tra cui ristoranti, strutture atte all’ospitalità, all’intrattenimento, allo sport, ma anche le manifestazioni quali sagre dedicate al vino e all’olio DOP nonché ai prodotti della tradizione culinaria della Valtenesi, permettono anche a chi può permettersi solo un breve soggiorno un’esperienza indimenticabile a San Felice del Benaco. 

Tra le bellezze che si possono ammirare in questo affascinante paese della Valtenesi sicuramente degna di nota la Chiesa Parrocchiale, ad opera di Antonio Corbellini, famoso architetto bresciano, nel cui altare maggiore si trovano le reliquie dei SS. Felice, Adauto e Flavia, e sopra al quale spicca una pala del Romanino e in cui sono presenti opere d’arte di notevole interesse. Altri edifici di eccezionale attrattiva artistica sono Palazzo Rotingo, attuale sede del municipio di San Felice del Benaco, il Santuario della Madonna del Carmine, il Castello di San Felice, la Chiesa parrocchiale ed il Castello della frazione di Portese.

Di eccezionale fascino l’Isola del Garda, che è oggi possibile visitare, e che deve il suo fascino alla straordinaria villa in stile neogotico veneziano, progettata dall'architetto Luigi Rovelli nei primi '900; un'imponente costruzione armonica, ricca di particolari architettonici sorprendenti, vanta una bellissima tela settecentesca di Carlo Carloni. Ai suoi piedi terrazze e giardini all'italiana digradano fino al lago. Tutt'intorno la vegetazione è rigogliosa e intatta, ricca di piante locali, esotiche, essenze rare e fiori unici. Una selva armonica di pini e cipressi, di acacie e limoni, di magnolie e agavi.http://www.comune.sanfelicedelbenaco.bs.it